lunedì 7 ottobre 2013

worstenbroodjes: qualcosa di piu' di un panino con la salsiccia


Facendo un po' di pulizia nell'archivio del picci, sono incappata in questo elenco di cose che amo dell'Olanda, che avevo scritto molto tempo fa, forse poco dopo essermi stabilita definitivamente qui, visto che parlo del mio cane che e' morto da piu' di tre anni ormai. Quando ho compilato questo elenco, ero iscritta ad alcuni forum di expats provenienti da tutto il mondo, che si sono stabiliti in Olanda per le piu' disparate ragioni. Tempo due o tre settimane ed ho cancellato l'iscrizione, indispettita ed annoiata dalle continue lamentele, molto spesso per futili motivi, di persone che con ogni probabilita' non stanno bene con loro stesse e quindi difficilmente troveranno mai un luogo che faccia al caso loro. Ho riletto con attenzione questo elenco, pronta a scoprire che forse, dopo tutto questo tempo, il mio punto di vista sull'Olanda avrebbe anche potuto essere mutato. Con mio grande piacere queste sono ancora le cose che mi fanno amare questo Paese. 

  • Poter passeggiare sulla spiaggia con il mio cane, in un giornata ventosa... e divertirmi a guardarlo rincorrere i bioccoli di spuma delle onde, sollevati dal vento
  • I cavalli al galoppo sulla spiaggia
  • Poter andare in bicicletta per ore su sentieri battuti e ben tenuti, senza dovermi preoccupare delle auto e godendomi paesaggi incantevoli
  • Puo' esserci bel tempo piu' volte in un giorno
  • Vedere Signor Cigno che porta da mangiare alla Signora Cigna mentre lei sta covando
  • Una cicogna nel suo nido sopra un alto lampione di un viale di Rotterdam
  • Un mulino a vento circondato da milioni di tulipani ed incorniciato dall'arcobaleno
  • Delft, Dordrecht, Volendam e Marken, Zanze Schans, Geithoorn e Overijssel, lo Zeeland e i Delta Werken, il Wadden zee e le sue isole, l'Oud Beijerland, il Gelderland e Nijmegen, Utrecht, Maastricht...
  • 109 km di pista ciclabile da Harlingen ad Amsterdam
  • Rembrandt, Vermeeeer e Van Gogh
  • La nostra casetta, che abbiamo cosi' duramente, pazientemente, amorevolmente e orgogliosamente riportato in vita
  • Il nostro vicinato e i nostri vicini
  • Il nostro multiculturale, multietnico gruppo di amici
  • Poter avere persone provenienti da tre continenti sedute contemporaneamente alla nostra tavola a condividere buon cibo, buon vino e brillanti conversazioni
  • Il fatto che mio marito si possa prendere egregiamente cura della sua famiglia facendo quello che ama e che sa fare meglio: non saremo mai ricchi, ma saremo sempre felici.
  • Il nostro medico di famiglia e' simpatico e il nostro ospedale sembra un albergo a 5 stelle
  • Posso portare fuori il cane anche all'una di notte e sentirmi perfettamente al sicuro
  • Dierenambulance, l'ambulanza degli animali
  • I trasporti pubblici
  • La bella anziana signora che incontro spesso andando a fare la spesa e che indossa sempre il costume tradizionale di Scheveningen
  • Genitori che portano a scuola i figli con le cargo-bikes
  • Adolescenti in bicicletta in divisa da Hockey
  • Adolescenti in bicicletta in muta, a piedi scalzi e con la tavola da surf sottobraccio
  • Adolescenti in bicicletta che pedalano accanto a un'amica a cavallo
  • Adolescenti in bicicletta
  • .....


...e la lista potrebbe continuare per chissa' quanto e sicuramente comprenderebbe i

Worstenbroodjes



    Ingredienti:
    300 g di farina 00
    200 ml di latte tiepido
    5 g di lievito di birra secco
    1 cucchiaino di zucchero
    1/2 cucchiaino di sale
    50 g di burro
    1 uovo

    per il ripieno
    250 g di macinato di manzo o meta' manzo e meta' maiale
    2 cucchiai di pane grattugiato
    1 uovo
    2 cucchiai di latte
    prezzemolo tritato
    sale, pepe, noce moscata

    Sciogliete il lievito nel latte tiepido con lo zucchero ed attendete 5 minuti. In una capace ciotola, setacciate la farina e distribuite il sale lungo i bordi: in questo modo lo incorporerete all'impasto solo dopo che la farina avra' gia' assorbito il lievito.
    Formate una fossetta al centro della farina e versateci il latte con il lievito. Iniziate ad impastare con una forchetta, incorporando a poco a poco tutta la farina. Aggiungete anche il burro a pezzetti e impastate ancora con le mani. Unite l'uovo e impastate ancora finche' sara' completamente assorbito. Rovesciate l'impasto sul piano di lavoro e impastate energicamente per una decina di minuti. Imburrate il fondo e le pareti della ciotola e rotolateci l'impasto in modo che sia completamente velato di burro. Coprite la ciotola e lasciate lievitare in luogo caldo per 25/30 minuti.
    Nel frattempo preparate il ripieno> sbattete l'uovo e tenetene da parte due cucchiai che userete per lucidare i worstenbroodjes. Unite il resto alla carne macinata, insieme al latte, al prezzemolo ed alle spezie. Asciugate con il pane grattugiato e impastate bene. 
    Rovesciate l'impasto sulla spianatoia e appiattitelo con il mattarello in un rettangolo di circa 1 cm di spessore e ritagliate 8rettangoli di circa 10x15 cm di lato. Dividete il ripieno in otto parti e date a ciascuna la forma di una salsiccia lunga 15 cm. Posizionate ogni salsiccia su un rettangolo di pasta, inumidite i bordi e arrotolate la pasta attorno al ripieno, sigillando bene la giunzione.
    Disporre i worstenbroodjes su una teglia coperta di carta da forno, coprite con un panno e lasciate lievitare per 50 minuti. 
    Accendete il forno a 200 gradi, spennellate i panini con l'uovo che avete tenuto da parte, cospargete di semi di papavero e infornate per 20 minuti o finche' saranno ben dorati e cotti.
    Lasciate intiepidire prima di servirli.

    Da non confondere con i Saucijzenbroodjes che sono avvolti da pasta sfoglia e sono molto piu' grassi e unti....






    22 commenti:

    1. Cara, di persone che non stanno bene con loro stesse ed angosciano gli altri sai quante ce ne sono? Fai conto che nel mio piccolo ne ho intorno 2 sul lavoro e 2 nel personale che mi devo assorbire ogni santo giorno ...
      Sfiziosi panini ^_^

      RispondiElimina
      Risposte
      1. E lo so Emanuela, lo so bene...per quello quando posso evito! In quel caso, proprio nessuno mi obbligava a stare a sentire gente che si lamenta perche' il detersivo dei piatti olandese fa troppa schiuma o perche' in Olanda non si trova della feta decente!!...vuoi mangiare dell'ottima feta? trasferisciti in Grecia!!...dico bene?

        Elimina
    2. sono una bomba in senso buono eh mamma che bontà

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Esentissi il profumo che spandono per casa!!

        Elimina
    3. Vedevo i barconi di amici navigare sui canali di Amsterdam divertendosi, mangiando e bevendo assieme, in maniera semplice ed è il più bel ricordo che porto della breve visita in Olanda. Amo profondamente il nord Europa proprio per questo stile di vita dalla altissima qualità. Io mi trovo benissimo quando sono in quei posti e non farei tanta fatica a trasferirmi da quelle parti. Qui è una lotta tutti i giorni.
      La ricetta che hai postato si può tranquillamente aggiungere agli altri motivi ;-)

      Fabio

      P.S. ho amato meno la signora che non mi ha voluto dare la macchina a noleggio, ma questo è un altro discorso! ahahah

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Ecco, mi sono dimenticata di elencare la splendida, straordinaria capacita' degli olandesi di gordersi la vita....tutti, tranne le zelanti signore degli autonoleggi....

        Elimina
    4. La felicità risiede nel sapere apprezzare le piccole cose che ci circondano e nella tua lista ne vedo tante!!!! Cerco di seguire la stessa filosofia nella mia vita di tutti i giorni ;)
      Questi panini mi ricordano i sausage rolls che amo tanto!!!! Buonerrimi
      Daniela

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Bella filosofia!!...e poi la bellezza e' negli occhi di chi guarda...Grazie della visita e del commento Daniela!

        Elimina
    5. Vivere allegramente su una chiatta, con tanto di giardinetto sul tetto dell'abitazione.
      La ciclabile per raggiungere Kinderdijk mentre in auto diventa un'impresa pressochè impossibile.
      Gente che prende il sole distesa a Scheveningen mentre io indosso 2 maglioni ed il KWAY.....
      La birra che mi piace
      L'affabilità degli olandesi.
      Rembrand.....
      Gullit Van Basten e Rijkard (si scriverà così boh?)
      Le aringhe con le cipolle vendute nei baracchini per le strade.
      .... questi panini mi sa che mi piaceranno... a me... ma SOPRATTUTTO al Martirio!
      A presto
      Nora

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Montagne!...montagne di worstenbroodjes per il Martirio se ti porta qui da me!!

        Elimina
    6. Non sono mai stata in Olanda, ma dato l'elenco che hai fatto, credo ci starei benissimo!!
      Buoni questi panini!!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. l'Olanda merita sicuramente una visita e viverci, per me, e' un privilegio....

        Elimina
    7. Uh come non sopporto quelli che si trasferiscono in un posto, magari per scelta, e poi non fanno altro che criticarlo e paragonarlo al paesello! E capita anche da una regione all'altra dell'Italia, figuriamoci tra nazioni! Io mi sono spostata tre volte in pochi anni, per scelta, perchè quando ho scelto di sposare mio marito (nessuno mi ha costretto) ho accettato anche il lavoro che fa e quello che comporta e mi sono sempre sforzata di ambientami nei posti in cui ho vissuto, di assorbirne usi e costumi e anche un po' la mentalità e mi sono sempre trovata bene ovunque. Certo che poter conoscere gente di tante nazionalità, vivere in un posto così multietnico è una ricchezza inestimabile, chissà se noi Italiani arriveremo mai a capire e sfruttare questa cosa... con quello che succede adesso la vedo molto lontana!!
      A proposito di lamentele...ma ti sei fumata l'erba gatta per scegliere le uova affogate per l'MTC? Io sono in crisi nera perchè non mi sono mai venute bene!! Vabbè, meno chiacchiere e via a far bollire l'acqua che il tempo sfugge!!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. ...e dove sarebbe la sfida altrimenti, scusa?.....ahahahahahahah...dai, non ti farai mettere sotto da un ovetto?

        Elimina
    8. Mamma che meraviglia!!!!
      Nonostante abbia già cenato, ne addenterei uno molto volentieri!!
      Bravissima Roberta!!
      Un mega bacio e buona serata
      Carmen

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Ma si' guarda...non c'e' mica bisogno di aver fame per scofanarsene uno!! Un bacione anche a te Carmen!! A presto!

        Elimina
    9. Mai stata in Olanda e quindi mai assaggiato i worstenbroodjes ma sembrano buonissimi *O*
      Magari un giorno proverò a farli. Magari quando comprerò il forno :)

      Bellissima anche la lista sull'Olanda... e l'immagine dei cavalli sulla spiaggia. Un altro Paese che funziona molto meglio del nostro direi...

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Ah beh si', il forno e' indispensabile per questa ricetta!!...:)
        mamma mia, senza forno? non riesco ad immaginarmici...com'e'? L'Olanda non e' il Paradiso in Terra: alcune cose sono come in Italia, poche sono peggio, la maggiorparte sono meglio...Bisogna sapersi adattare a nuove usanze, una diversa cultura, ma io adoro vivere qui ed e' sicuramente un Paese che vale la pena visitare almeno una volta nella vita...Se decidi fammelo sapere, mi raccomando!

        Elimina
      2. mamma mia, senza forno?

        Eh sì, mi sono trasferita da poco in una casa che un anno fa aveva solo le pareti! Mancano un pò di cose per completarla, tra cui il forno :P ma è nei primi posti della classifica dei prossimi acquisti xD

        Sicuramente verrò a visitare l'Olanda prima o poi, al momento mi sto organizzando per un altro paio di città europee, ma subito dopo c'è almeno Amsterdam! Ti farò sapere, sicuramente verrò a cercare qualche chicca qui :P

        Elimina
      3. Ti capisco, ho cambiato diverse case e anche in un paio delle mie quando sono entrata c'erano solo le pareti!!...anzi, in un caso, nemmeno quelle!! In bocca al lupo per tutti i tuoi progetti...

        Elimina
    10. Ti prometto che mai ma dico proprio mai, mi sognerò di confondere i Worstenbroodjes con i Saucijzenbroodjes !!!! Sei fantastica, nel racconto, nella descrizione del luogo e del piatto fai venir voglia di venirti a trovare e di assaggiare al tempo stesso :-)
      Preparo anche io per i ragazzi una cosa simile, non immaginando che potesse possedere un nome così complicato, ma alcuni suggerimenti dei tuoi wor..... mi saranno utili per migliorare i miei! Grazie Robi
      Dani

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Ma grazie a te Dani!! Si', mi raccomando: stai alla larga dai saucijzen...sono digustosi, unti e pesantissimi...Sarei felicissima se davvero tu venissi a trovarmi! Un abbraccio e a presto.

        Elimina