domenica 27 maggio 2012

golosi anche senza glutine: polpette di pollo in crosta di pinoli con salsa allo zafferano



Oggi è la giornata dedicata alla celiachia, per questo io e un folto gruppo di blogger abbiamo deciso di contribuire dandovi un piccolo vademecum su come comportarsi con un celiaco a cena... 

Premesso che la celiachia è una malattia e non un capriccio, l’unica cura possibile, ad oggi, è l’astensione dai cibi glutinosi! Dico ciò perché si capisca bene che chi è celiaco è COSTRETTO a mangiare senza glutine e non gli fa piacere, perché è molto dannoso per il suo organismo. Quindi ci sono cibi IN (permessi) e cibi OUT (vietati). La cosa più semplice da fare è preparare un menù che possa andare bene per tutti, così non vi stresserete a preparare più pietanze, con risultati, il più delle volte deludenti. Per preparare cibi che possano mangiare tutti, quindi anche i celiaci, bisogna sapere quali sono i cibi consentiti e quelli vietati. Qui troverete un elenco molto utile  (http://saporiesaporifantasie.blogspot.it/p/celiachia-for-dummies.html)

Anche se l'elenco può sembrare lungo c'è un modo abbastanza semplice per capire se un cibo è senza glutine. Basta leggere attentamente le etichette! Adesso poi la normativa prevede che sia scritto a chiare lettere e, nei prodotti esteri, è sempre specificato se può contenere tracce di glutine. Infine, se un prodotto porta la spiga sbarrata sulla sua confezione è certificato dall’AIC ed è garantito per i celiaci.

REGOLE PER EVITARE CONTAMINAZIONI in casa
1. Lavare mani, superfici, utensili sporchi di farina, possibilmente in lavastoviglie e accuratamente;
2. Usare la carta forno per le teglie e tutti quegli utensili (come piastre) dove hanno cotto cibi col glutine;
3. Se volete cucinare la pasta per un celiaco, l’acqua deve essere pulita, il cucchiaio con il quale mescolate la pasta senza glutine a parte, il sale nuovo o comunque non quello contaminato dal cucchiaio “sporco” di acqua della pasta col glutine;
4. Evitare di infarinare i cibi, anche quelli degli altri, così eviterete grande fonti di stress; se proprio dovete non mettete nella stessa padella o teglia le due preparazioni;
5. se usate una griglia e avete della carne impanata, grigliate prima quella del celiaco (senza panatura) e poi tutto il resto;
6. non addensare salse, ecc. con farina. Usate la fecola per tutti e sarà più semplice!
7. non appoggiate il cibo su cibi col glutine o dove sia stato cibo col glutine. Ad esempio il pane del celiaco non mettetelo insieme a quello col glutine o nello stesso contenitore anche senza che l’altro sia presente;
8. anche per l’olio di frittura valgono le stesse regole, prima friggete il cibo senza glutine e poi tutto il resto; in ogni caso non utilizzate quello già usato in precedenza contaminato!
9. Se avete dei dubbi sulla composizione dei cibi… non usateli


Polpette di pollo e pinoli con salsa allo zafferano


Forse questa ricetta e' un po' lunga da fare, ma ha il vantaggio di poter essere preparata in anticipo, lasciando all'ultimo momento la cottura in forno. Anche la salsa non patisce se sta un giorno in frigorifero, anzi. E' un piatto di grande effetto, originale e insolito, che stupira' tutti e vi fara' fare un figurone, parola.



Ingredienti:

400 g di petti di pollo
200 g di pinoli ( o 100 g di pinoli e 100 g di mandorle pelate )
1 uovo
1 rametto di salvia
1 mazzetto di prezzemolo
1 piccola cipolla
1 vasetto di yogourt al naturale
4 cucchiai di panna fresca
1 bustina di zafferano
1/2 bicchiere di vino bianco
1 piccolo cespo di radicchio rosso
sale e pepe

Private i petti di pollo dell'osso e della cartilagine. Fateli a tocchetti e tritateli nel mixer. Unite l'uovo, la salvia tagliata a listarelle, il prezzemolo tritato, un pizzico di sale e una macinata di pepe e tritate ancora finche' l'uovo non sara' amalgamato. Versate il contenuto in una terrina. Tritate anche i pinoli (pinoli e mandorle) e versateli in un piatto. Con le mani bagnate o unte d'olio, formate delle polpettine, a me ne vengono 12, che poi rotolerete nel trito di pinoli fino a coprirle completamente. Trasferitele sulla placca coperta di carta forno, schiacciatele leggermente e coprite con un altro foglio di carta forno, fermato ai lati da due coltelli in acciaio, perche' non si arricci col calore. Accendete il forno a 200° e fatele cuocere per 15 minuti. Togliete il foglio di carta forno che le copre e proseguite la cottura per altri 5 minuti. Mentre le polpette cuociono, preparate la salsa: pelate la cipolla e affettatela molto fine, mettetela in un pentolino con il vino bianco e lo zafferano. Fate cuocere, coperto, fino a che il vino sara' evaporato quasi completamente. In una ciotolina mischiate lo yogourt con la panna, mi raccomando, non saltate questo passo, altrimenti la salsa impazzisce!! Fate cuocere ancora un paio di minuti e aggiustate di sale e di pepe. Quando le polpette sono pronte, trasferitele in un piatto dove possano stare in un solo strato, copritele con la salsa e guarnite con il radicchio rosso tagliato a striscioline sottili.



Qualche idea da aggiungere per realizzare un menu senza glutine:

antipasto

primo

dessert



elenco delle blogger che partecipano:

Cardamomo & co. Torta al cacao leggerissima http://saporiesaporifantasie.blogspot.com
TataNora - Riso, bisi e prosciutto cotto http://tatanora.blogspot.it/
Profumi & Sapori - Parfait alle mandorle http://noidueincucina.blogspot.com
Francesca Antonioli - Farinata http://scorribandeincucina.blogspot.com
Fabiola Palazzolo - semifreddo alla coppa del nonno, con cioccolato e
granella di mandorla http://www.olioeacetoblog.com/
Simonetta Nepi: Torta alle pere http://glu-fri.blogspot.com.ar/
Carlotta Negro: biscotti con lemon curd http://ipasticciditotta.blogspot.com
Murzillo Saporito http://www.murzillosaporito.com/: Calici di yogurt variegati al gelso
Se cucino....sorrido: capresi all'olio EVO http://secucinosorrido.blogspot.it/
SexAndTheKitchen: menù gluten free http://sexandgiuliaskitchen.blogspot.it/
Giulia: http://sghimbesciespatasciati.blogspot.it/: torta di pesche (dolci)
cucchiaio e pentolone: risotto con riduzione al lambrusco e sfoglie 
di salame http://cucchiaioepentolone.blogspot.it/
la cucina di mamma: gelato e biscotti ai fiori di sambuco http://lacucinadimamma-loredana.blogspot.it/
In Gloria's kitchen: cupcakes alla ciliegia http://ingloriaskitchen.blogspot.com
Anna Lisa di Senza Glutine per tutti i gusti Focaccine salate alle ciliegie
e rosmarino http://senzaglutinepertuttiigusti.blogspot.it/
Victoria sponge con crema di fragole: http://laginestraeilmare.blogspot.it/
Felix Un cuore di farina senza glutine Minestra di riso Asparagi http://uncuoredifarinasenzaglutine.blogspot.it/
Elisa Baker : pomodori verdi fritti www.cuocicucidici.blogspot.com
Silvia mazzoni: pancakes di zucchine e crumble di fragole http://aromadilimone.blogspot.com
Rosaria Orrù: Arachidi interrate http://www.sosidolcesalato.blogspot.it/
Il Gamberetto: Crumble di ciliegie http://ilgamberetto.blogspot.com
La Gaia Celiaca: Soffio di Amaretto http://lagaiaceliaca.blogspot.com/ Assaggi di viaggio: Pancakes con farina di mais http://assaggidiviaggio.blogspot.it/

21 commenti:

  1. Svendo qua sotto...sbavo e non sono neanche le 10,30 del mattino...
    Buona domenica un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco...ah se ti capisco!! Buona domenica anche a te, bacio.

      Elimina
  2. Hanno un aspetto così invitante che ne mangerei volentieri un pò!!
    Ma che bella ideuzza Roby!!!
    Un abbraccio e buona domenica Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non restare con la voglia!!...Sono semplicissimi da fare. Buona domenica! ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  3. Qui non siamo celiaci, ma la ricetta la faccio stasera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun celiaco, per fortuna, in famiglia, ma questi sono un must!

      Elimina
  4. Roby, ma lo sai che credevo di essere già una tua follower ?! Si vede che sto invecchiando e divento stordita ogni giorno di più!
    Bella ricetta, visto che in famiglia le polpette sono sempre un punto controverso e causa di liti, voglio tacitare tutti e ... provo le tue!
    A presto
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, chiamarle polpette e' un po' riduttivo, ma non mi veniva in mente altro!! Sono sicura che queste "polpette" riporteranno la pace in famiglia!! Un abbraccione e grazie per esserti unita ai mie followers.

      Elimina
  5. Deliziose, stuzzicanti, appetitose!!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Mi sembra un'idea sfiziosissima, w il glutenfree :)

    RispondiElimina
  7. E con questo dire che mangiare senza glutine sia insipido diventa la cretinata del secolo...Grazie cara compagna di valigia...Un saluto dal sud del mondo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. assolutamente vero: il glutine non aggiunge niente al gusto e la scelta e' illimitata. Nord saluta Sud!!

      Elimina
  8. Bella idea, e queste polpettine sono incantevoli, saranno sicuramente deliziose e le proverò presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto belle, oltre che buonissime: la foto non rende loro giustizia. Grazie di cuore per essere passata e per il commento. a presto.

      Elimina
  9. Che buopne queste polpettine croccanti , una domanda, ma la panna e lo yogurt vanno solo aggiunti alle cipolle cotte con vino e zafferano o devono essere cucinati insieme alle cipolle?

    ciao loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yogurt e panna vanno prima mescolati insieme e poi aggiunti alle cipolle gia' cotte, quando il vino sara' completamente evaporato. Un abbraccio Loredana, grazie della visita e gel commento.

      Elimina
  10. Ciaoo!! piacereee Marilena...polpette veramente deliziose ed invitanti!!! é una goduria vedere tutti questi bei piatti gluten free

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marilena, piacere mio. Benvenuta nel mio blog e grazie del commento e dei complimenti! A presto.

      Elimina
  11. Mi piace questa ricetta, cara Roby. Io non riesco più a starti dietro come avrai notato. Una mia carissima conoscente soffre di celiachia. Celiachia grave, perché a suo avviso non tutte le persone che si professano celiache lo sono. Ci sono diversi stadi di intolleranza al glutine. Chi soffre della forma seria (e in genere sono persone magrissime che hanno subito ricoveri a causa di questo sintomo) non possono condividere in nessuno modo gli utensili di cucina con quelli degli altri. Non solo, ad esempio non è possibile usare palette di legno anche se vengono utilizzate esclusivamente per le loro pietanze. Sono porose e a lungo andare trattengono sostanze nocive per i celiaci. La lavastoviglie va bene, ma non lava completamente utensili che hanno degli interstizi al loro interno, fruste ecc. ecc. Ti segnalo, perché ne abbiamo parlato proprio l'altro giorno con lei visto che le volevo fare un dolce e mi ha fornito tutte queste indicazioni, un ristorante di Sansepolcro che fa cucina tradizionale gluten-free: http://www.alcoccio.com/ Bellissima questa iniziativa. Ti abbraccio

    RispondiElimina