martedì 1 ottobre 2013

Una bella estate non finisce mai...



 E' stata davero una bellissima estate. Una delle piu' belle che mi ricordi. Dal punto di vista metereologico e' stata davvero perfetta, con settimane ininterrotte di sole, ma mai troppo caldo da non riuscire a dormire la notte. Solo verso la fine di Luglio abbiamo avuto una settimana torrida. E' stata bella anche perche' ne ho passato buona parte in compagnia di mia figlia Martina e perche' sono stata quasi sempre a Thiviers, nella nostra casetta di campagna che, finalmente e proprio grazie alle cure che le abbiamo prodigato in questi ultimi mesi, sta assomigliando ogni giorno di piu' ad una vera casa, semplice, ma confortevole. Per questo motivo e' stato ancora piu' bello ospitare amici e famigliari e per la prima volta poterci godere delle rilassanti giornate di vacanza insieme a loro, visitando gli splendidi dintorni e le belle localita' che fanno della Dordogna una delle piu' ambite mete turistiche di Francia. Infine, e' stata una bella estate, perche' abbiamo potuto raccogliere una grande quantita' di frutta: per la prima volta in tre anni, quasi tutti gli alberi hanno dato e ancora stanno dando bellissimi, dolcissimi frutti. Ciliegie, susine, fichi, more, uva, pere e mele... tante, tante, tantissime mele, cosi' tante che non sarebbe davvero possibile per me conservarle tutte sottoforma di confetture. Cosi' abbiamo deciso di farne del sidro. Abbiamo appena cominciato e ci stiamo attrezzando e informando, ma sicuramente registrero' i nostri progressi, sperando in un successo, su questo povero negletto blogghino. Intanto oggi comincio a segnare a mia futura memoria la ricetta per questo sciroppo di more selvatiche, che sono sicura mi riportera' un po' di questa estate appena finita nel lungo e freddo inverno che ci aspetta. 

Sciroppo di more selvatiche


Mondare le more e lavarle velocemnte in acqua corrente. 
Metterle in una casseruola larga e dal fondo spesso, in modo che le more non si sovrappongano in uno stra to troppo spesso. 
Versare abbastanza acqua da velarle appena e far prendere bollore a fiamma moderata e a pentola coperta, dopodiche' proseguire la cottura a fuoco dolce, fino a quando i frutti non si saranno completamente spappolati.
Togliere dal fuoco e passare le more cotte da un colino a maglie non troppo fitte, premendo bene con il dorso di un cucchiaio per ottenere la maggior quantita' di succo possibile.
Pesare il liquido ottenuto ed aggiungere 300 g di zucchero ogni 600 g di succo. Volendo aggiungere anche il succo filtrato di mezzo limone.
Riportare al fuoco e far bollire a fiamma dolce per tre minuti. 
Invasare subito in vasetti a chiusura ermetiche, ovviamente perfettamente puliti, sterilizzati e con guarnizioni nuove. 

Ottimo sul gelato alla vaniglia o per nappare pancakes e gaufres, ma non male anche come accompagnamento a piatti salati, come queste raviole.




8 commenti:

  1. Se l'altro blog era bello, questo è decisamente meraviglioso e di grande ispirazione! Complimenti per lo splendido lavoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Chiarina!!...e benvenuta anche qui!

      Elimina
  2. Sono affascinata dalla tua casa e dalla tua bravura.
    La mia casa in campagna è molto semplice ma anche molto raffazzonata. Non ho la capacità e il tempo di mettermi a fare tanti lavori e quindi si sta formando piano piano ma non nella direzione che vorrei davvero.
    E poi i miei figli e mio marito sono talmente disordinati... che passo le mie giornate a mettere a posto i loro casini... e la casa mi sembra sempre un magazzino!!!
    Tanta frutta anche qui ma nemmeno una mela. Me ne mandi un po'???!!!
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me, invece, il tempo e' proprio l'unica cosa che non manca!!...e non ho bambini piccoli a cui badare e che disfano allegramente cio' che ioho appena faticosamente fatto!!....Goditi la tua famiglia e non pensare alla casa!!

      Elimina
    2. Hai ragione.
      Un mio saggio amico diceva che la casa è solo un contenitore. Ciò che conta davvero è il contenuto!
      Besos

      Elimina
  3. Oddio che meraviglia!! Credo proprio che inizierò a seguirti anche qui :)

    RispondiElimina
  4. Complimenti per il tuo blog, per le foto, per la cura dei dettagli e per questi piatti così belli e buoni! Mi sono aggiunta ai tuoi lettori da oggi ti seguo, se ti va, passa a trovarmi anche tu!
    Un abbraccio
    Flora

    RispondiElimina
  5. Robertaaaaaaa.... dove sei????
    Parlaci ancora di te.
    Ti mando un bacio
    Francesca

    RispondiElimina