sabato 3 marzo 2012

musica e parole




28. E con oggi sono 28. Anni. Di amore? Mica sempre. Di felicita'? Qualche volta. Di serenita'? Ogni tanto. Di tranquillita'? Ma quando mai?! Di Vita? Si'. Tanta. Da riempirne altre due, di vite. 28 anni fa, una settimana bianca con la scuola. Noi, due educatori: parola grossa, molto piu' grande dei nostri vent'anni. Un millesimo per difetto i tuoi, due millesimi per eccesso i miei.



La neve. Tu fresco di gare. Io che rimettevo gli sci per la prima volta, dopo dieci anni. Vienimi dietro... fletti le ginocchia, spalle a valle... piegamento, distensione...op...op...op...Non fosse stato per te sarei scesa a piedi, con gli sci in spalla. Tu appena tornato dagli Stati Uniti. Io che li sognavo da sempre. Tu che immaginavi di riempire gli stadi. Io in piena sindrome laguna blu. Diventerai famoso e quando saro' vecchia, potro' raccontare ai miei nipoti di averti conosciuto. Tu che dici: magari invecchieremo insieme e saranno i nostri nipoti...Io avevo torto: non sei diventato famoso. Tu avevi ragione. E poi scusami, ma quante coppie possono dire di avere avuto a far da colonna sonora al loro primo appuntamento nientepopodimenoche Joe Sentieri? Dal vivo! ...oddio, vivo per modo di dire...La neve che scricchiola sotto i nostri passi e noi col naso in su a guardare le stelle...28 anni. Raccontare con cosa li abbiamo riempiti, non si puo'. Miliardi di parole. Lunghi silenzi. Cosi' vicini da sembrare uno. Lontani come due galassie. Risate, almeno una al giorno. Lacrime, a fiumi. Chilometri di carezze. Chilometri di strade. Una figlia. Otto case. Decine di animali...cavalli, cani, gatti, conigli...Galline...in casa!...al sesto piano di un condominio!! No. Davvero non si puo' raccontare... Potendo, rivivrei tutto da principio?...Fossi matta!! Assolutamente no! Pero' tutta la strada fatta insieme, mi ha portato in un luogo dove, tutto sommato, non mi dispiace stare. Mi hai obbligata a crescere: niente spose bambine da queste parti. Mi hai insegnato che, per darsi agli altri, bisogna prima bastare a se stessi.  Mi hai fatto capire che dovevo arrivare seconda, dopo la musica, per essere unica. Con te ho imparato l'Amore. Quello Vero. Allora ben vengano la fatica, le scarpe logore, qualche vescica, muscoli e ossa doloranti per il lungo cammino. Sai che non sono una che chiede piu' di quello che puo' avere. Non ti auguro 1000 di questi giorni, nemmeno 100. Te ne auguro, lo auguro a noi, altri 28.




23 commenti:

  1. E ve li auguro anche io, altri..ventottomila :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania, sei un tesoro...

      Elimina
  2. che bella dichiarazione d'amore, cara Amica.. non è da tutti e un po' te la invidio, ma ti ringrazio di avermi portato a rifletterci, io quest'anno potrò solo festeggiare i 18, sono pochi in confronto ai tuoi ma penserò seriamente al perché non riesco ancora a scrivere un post come il tuo
    abbraccione, buon sabato.. ah, per la cronaca, tra oggi e domani penserò "in verde", sallo e non odiarmi! :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io l'avrei scritto, 10 anni fa...Ci vuole pazienza e voglia di lavorare: doti che a te non mancano di sicuro. L'Amore non deve seere per forza facile, per essere BELLO!
      Non potrei mai odiarti...a meno che tu non stia pensando al verde petrolio!! Buon week-end, carissima Amica, Ti abbraccio forte.

      Elimina
  3. Robertaaaa, bellissima lettera, commovente ed emozionante. L'ho vissuta tutta con te perché anche io festeggio quest'anno i 28 anni. 12 di fidanzamento e 16 di matrimonio. Con lo stesso uomo, tutta la vita. Ti giuro che non riesco a ricordare quello che ero prima di lui. La vostra è una storia bellissima, vera dove si capiscono i compromessi e la fatica fatta per proteggere l'amore. Quindi tuo marito è un musicista? E non mi dici nulla? Ci credo che ti ha conquistata, la musica rapisce sempre e comunque.
    Tanti auguri carissima Roberta, sei forte come questo amore che racconti così bene. Un abbraccio grande, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguriiiiii!! Ma...eri una bimba!! Quando dico che la musica e' la mia vita, intendo letteralmente: e' lei che ci da' da vivere!!
      Grazie mille per gli auguri e per il bellissimo complimento: fatto da te, che sai creare splendide sinfonie di parole, mi onora...Un abbraccione, buon week-end.

      Elimina
  4. Caspita! che diachiarazione!!!!!
    Ma lui cosa dice?????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dorme...ancora non l'ha letto...

      Elimina
  5. Non provo neanche a raccontare quanto e cosa mi hai insegnato tu e quanto "mi hai dovuto crescere", so solo che anche tu mi hai condotto per mano in un posto dove (senza "tutto sommato") mi piace stare.
    Forse e' proprio questo lo scopo del viaggio: imparare l'uno dall'altra e crescere insieme.
    Bene, noi continueremo a farlo per altri 40 anni...28 sono troppo pochi!
    E comunque, l'amore c'e' sempre anche se a volte non si vede...... IMPARA !:-)

    "il maritino"...anche se non mi piacciono i diminutivi...:-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E no, caro mio, troppo comodo! Se c'e', si deve vedere pure!! Comunque, vada per 40, ma solo se li passiamo tutti a Thiviers :-))
      E guarda che "maritino", per me, non e' un diminutivo, ma un vezzeggativo!

      Elimina
  6. Io non riuscirei mai a scrivere una dichiarazione così... forse, per pochi istanti ogni 6 mesi, potrei pensarle queste cose, ma non riuscirei mai a scriverle :o) Auguri affettuosi da parte mia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu scrivile nell'istante stesso in cui le pensi...e poi vai a rileggertele ogni tanto: se le hai pensate una volta, le puoi pensare ancora...ma tu sei ancora una bimba, hai tempo per imparare. Come ha detto benissimo Patty, costa fatica proteggere l'amore. Grazie di cuore per gli affettuosi auguri, che ricambio con altrettanto affetto.

      Elimina
  7. che bella dichiarazione! tantissimi auguri!!!
    mi hai commosso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima...non e' stato facile: mi imbarazza un po' mettere in piazza i miei sentimenti, ma l'occasione richiedeva un piccolo gesto di coraggio...

      Elimina
  8. Ecco.. magari.. per i prossimi 28... aggiungiamoci anche un pizzico di tranquillita' eh!! :D

    RispondiElimina
  9. Questo è il post più bello che hai scritto e io sto piangendo.

    RispondiElimina
  10. Dimenticavo, auguri, è che ho la vista appannata e sono confusa.

    RispondiElimina
  11. Penso che ultimamente sono troppo sensibile alle emozioni di qualsiasi tipo!Tanti auguri Paolo e anche a te mamma Roby...vi voglio bene!!un bascione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E noi vogliamo bene a te!! Grazie mille, dolce Maria'...

      Elimina