domenica 11 dicembre 2011

kerststol, il dolce di Natale olandese




L' anno scorso ho fatto il panettone a lievitazione naturale a mano. L' impasto finale pesava poco piu' di tre chili. Ho avuto mani, polsi, gomiti e spalle indolenzite fino a  Pasqua!! Quest' anno ho il mio Piccolo Aiutante di Babbo Natale, il mio nuovo amico rosso fiammante. Dovro' dividere l' impasto, e' ovvio, ma sicuramente la mia salute psicofisca ne trarra' enorme giovamento. Pero' ci conosciamo da poco, stiamo ancora facendo amicizia.



 Quindi, prima della prova suprema, ci stiamo esercitando. Ho pensato di prendere i classici due piccioni con l'altrettanto classica unica fava, facendo un Kerststol, il tipico dolce natalizio olandese. Cosi', oltre a fare amicizia con il KitchenAid, posso anche postare una ricetta tradizionale olandese, anche se dolci molto simili si trovano sia in Germania che in Austria. Sembra che sia andato tutto bene, anche se in questo momento il Kerststol e' ancora in forno. Il profumo e' paradisiaco...ma forse e' solo colpa delle tre settimane di dieta...Purtroppo in cottura ha perso la sua forma caratteristica: credo di aver avuto troppa paura che si aprisse e di aver di conseguenza premuto piu' del dovuto i due lembi di pasta. Adesso assomiglia a un filoncione di pane all' uvetta. Speriamo che almeno consistenza e sapore siano quelli giusti...
Aspettando che si raffreddi per poterlo tagliare e verificarne la riuscita, vi do la ricetta:

Kerststol

100 gr di uvetta sultanina
100 gr di mirtilli rossi disidratati
2 cucchiai da tavola di scorza di limone grattugiata
60 gr di ciliege candite ( bigareaux )
3 cucchiai di rum
2 cucchiaini di lievito di birra secco
80 gr di acqua
120 gr di latte
60 gr di burro
120 gr di zucchero di canna scuro
3 cucchiai da tavola di buccia d' arancia candita
300 gr di farina manitoba
200 gr di farina 00
sale
1 uovo
100  200 gr di pasta di mandorle o marzapane
1 cucchiaio di burro fuso
zucchero a velo

In una ciotola mettete l' uvetta, i mirtilli, i bigareaux tagliati a pezzetti, la scorza di limone e il rum. Lasciateli in infusione per almeno due ore, finche' avranno assorbito tutto il liquore.
Sciogliete il lievito nell' acqua tiepida. 
Mettete il latte in un pentolino con il burro, lo zucchero e la buccia d'arancia candita. Fate scaldare a fuoco dolce, finche' il burro si sara' sciolto completamente.
Sbattete l' uovo. 
Setacciate le due farine, insieme ad un pizzico di sale, in una ciotola. Toglietene circa 100 gr, che dovrete incorporare a poco a poco. Fate un buco nel centro e versateci il lievito, il latte e 
l' uovo sbattuto. Amalgamate tutti gli ingredienti. Cospargete il piano di lavoro con la rimenente farina, versateci l 'impasto e lavoratelo, incorporando man mano tutta la farina. Impastate energicamente per circa 10 minuti.
Imburrate una ciotola capiente, rotolateci l'impasto, coprite con un panno e lasciate lievitare per 
un' ora o finche' avra' raddoppiato di volume.
Allargate l' mpasto lievitato sul piano di lavoro infarinato. Distribuiteci sopra la frutta e impastate di nuovo per incorporalra. Formate un ovale di cirva 20 x 30 cm. Spennellatelo con il burro fuso. Con il mattarello premete nel centro per creare un' infossatura.
Lavorate la pasta di mandorle o il marzapane e formate un rotolo lungo quanto l' impasto, circa 30 cm. Deponetelo nell' infossatura e richiudete l' impasto su se stesso, facendo in modo che il lembo inferiore sporga di qualche centimetro.
Mettete il rotolo sulla placca coperta di carta da forno, coprite e lasciate lievitare per un' ora.
Accendete il forno a 180 gradi e cuoceteci il Kerststol per 30/35 minuti, finche' avra' preso un bel colore.
Togliete dal forno e fate raffreddare completamente prima di cospargere il dolce di abbondante zucchero a velo.
Per dovere di cronaca, io ve lo dico: qui lo servono in spesse fette cosparse di burro!!



Raffreddato, affettato e...mangiato!! Il marzapane, come temevo, e' troppo poco, ce ne vogliono almeno 200gr: deve vedersi bene all' interno della fetta. Sapore e consistenza sembrano ok, ma possono ancora migliorare...l' anno prossimo...cosi' come la forma, ovvio.







10 commenti:

  1. Quanto mi piacciono questi dolci...somiglia per caso all'impasto del pan brioche? Poco dolce con il contrasto del marzapane? Buono!!!!

    RispondiElimina
  2. @sabina: Absolutely right! Poco dolce finche' non arrivi al marzapane. Comunque, con tutta la roba che c'e', ogni morso ha un sapore diverso...

    RispondiElimina
  3. Ma ne è rimasto un po' per me??

    RispondiElimina
  4. @Marlene: e tu spicciati a tornare!!

    RispondiElimina
  5. mmm che bello che è!!
    Da provare assolutamente!!

    RispondiElimina
  6. @Elisabetta:...dovrebbe essere piu' bello di cosi', ma per essere il mio primo tentativo mi accontento...ciao, grazie della visita.

    RispondiElimina
  7. Questo dolce e' fantastico!!!!

    RispondiElimina
  8. @Arianna: Confermo!! Una mina vagante per una famiglia a dieta!!

    RispondiElimina
  9. un risultato bellissimo, chissà che gusto!

    RispondiElimina