giovedì 1 settembre 2011

La mia Olanda: Scheveningen

...e adesso eccoci qui: viviamo a Scheveningen, che e' il quartiere dell'Aja che si affaccia sul Mare del Nord. La nostra casetta si trova a circa 700 mt dal mare, in una zona molto tranquilla e silenziosa, a volte anche troppo silenziosa...Scheveningen e' bellissima: e' una citta' nella citta', con ogni sorta di negozio oltre a un'infinita' di ristoranti e alberghi, un teatro, un cinema multisala e perfino un casino'...tutte cose delle quali faccio volentieri a meno. Ed e' alquanto facile non accorgersi nemmeno della loro esistenza, perche' appena ti allontani di pochi passi dal lungomare e dalla zona turistica, ti ritrovi circondato da una natura che appare come intatta, incontaminata e non toccata dall'uomo....dico appare, perche', al contrario, la mano dell'uomo si vede ovunque: nei sentieri in sabbia per i cavalli, nelle piste ciclabili in pave' rosso, nelle recinzioni in legno...ma tutto e' cosi' in armonia con il paesaggio naturale, che ne diventa parte integrante e sembra che sia li' da sempre. Si tratta della fascia di dune coperte di erba dura e bassi cespugli, che delimitano per kilometri la costa bassa e sabbiosa dell'Olanda, anzi, dei Paesi Bassi. Si', perche' il nome Olanda, definisce solamente due delle dodici regioni che compongono il Paese: l'Olanda del Nord e quella del Sud, che e' dove viviamo noi.  Le dune, quindi, sono uno dei miei posti preferiti per lunghe passeggiate a piedi o in bicicletta, ma non sono l'unico: a poche decine di metri da casa nostra c'e' un laghetto, piccolo, poco piu' di uno stagno, ma popolato da una moltitudine di uccelli acquatici: germani, oche egiziane, oche canadesi, folaghe, svassi e cigni. A loro si aggiungono gli onnipresenti, chiassosissimi gabbiani, i corvi, anche loro sempre numerosi, i colombi selvatici e....i pappagalli verdi...davvero, non sto scherzando: ce n'e' una nutrita colonia, probabilmente formatasi nel corso degli anni da qualche esemplare evaso dalla cattivita'. La coppia di cigni ha qui il suo nido ed ogni anno, verso maggio, lo teniamo d'occhio per vedere i pulcini: ne abbiamo contati 21 in questi 4 anni!! Quest'anno sono 7 e adesso sono gia' grandi come i loro genitori, anche se conservano ancora il piumaggio marrone chiaro dei nuovi nati. Da questo laghetto parte un canale seguendo il quale si arriva a Westbroek Park, un bellissimo, ampio giardino pubblico dove, oltre al parco giochi per i bimbi e a diversi prati nei quali si puo' giocare liberamente a calcio, freesbee, football americano ecc..., trova posto anche un grazioso giardino botanico, con una profusione di rose di ogni specie e colore, enormi siepi di rododendri e azalee, piante e alberi ornamentali, pergole, stagni e sculture, panchine sulle quali riposare lasciando vagare lo sguardo e i pensieri...Westbroek park puo' essere considerato come una grande aiuola coltivata all'interno di un parco piu' grande: lo Scheveningse Bosjes, un'area boschiva cha collega Scheveningen a Den Haag, nome olandese de L'Aja, la capitale amministrativa dei Paesi Bassi, sede del governo e residenza ufficiale della famiglia reale. Anche grazie a questo enorme parco, L'Aja e' chiamata "la citta' giardino" ed e' la citta piu' verde d'Europa, con i suoi quasi 400 ettari di zone verdi!!...Ok. Questo post sta incominciando ad assomigliare al testo di un opuscolo dell'Ufficio del Turismo...certe informazioni, anche meglio scritte e piu' dettagliate, le potete trovare ovunque in rete....facciamo cosi': lo chiudo qui e vi rimando alla prossima per qualcosa di piu' personale.

8 commenti:

  1. Pensavo stessi descrivendo il paese delle meraviglie! certo ke la miriade di tipi di uccelli è incredibile! bellissimo post!

    RispondiElimina
  2. valigiasulletto1 settembre 2011 17:29

    @Vickyart Si': chiamatemi Alice! Grazie per il bel complimento.

    RispondiElimina
  3. Bellissimo!!! Certo che effettivamente se ti assumesse un ufficio del turismo farebbe affaroni! Mi piace un sacco leggere i tuoi post, complimenti! Ed hai un'incredibile varietà di esperienze da raccontare! Complimenti davvero !!!! :)

    (se prima o poi deciderai di creare un banner per questo blog, lo aggiungerò con piacere nel mio nell'elenco dei blog che seguo!)

    Buona serata!!!

    RispondiElimina
  4. @Ale:
    ahahahah!! provero' a vedere se mi assumono e portero' il tuo commento come referenza!

    RispondiElimina
  5. Davvero belle tue descrizioni,colorate,vive,allegre,sembra di vederle le cose che racconti ^^ e mi fanno sentire sempre più forte il desiderio di vivere nella mia amatissima Olanda.. devo solo cercare di convincere la mia dolce metà..anche lui amam questo paese,ma non so a tal punto da lasciare l'Italia... :-(
    All'Aja non sono ancora stata,ma a Dicembre quando torno,ho già programmato una gita,per il giorno 8/12!! Come sempre affitteremo una casa ad Amsterdam e poi ci sposteremo da li col treno,ho visto che ci vuole un ora circa. Dimmi quando arriviamo alla stazione come ci consigli di girare?? Noleggiamo 2 biciclette come nostro solito..o in Inverno fa troppo freddo? Io amo il freddo ^_^

    RispondiElimina
  6. @Valentina:
    Grazie, quanti complimenti!! L'Aja non e' Amsterdam: non servono le biciclette per girarla tutta. E' particolare, un po' divera dalle altre citta' olandesi, a me piace molto. Vieni anche a Scheveningen, vero? Devi vederla...e poi mi devi portare i cantucci e la salsiccia di cinghiale!! Arrivo subito con la mail.

    RispondiElimina
  7. Ok segno sulla lista "Cantucci di Prato" quelli veri,li prendo al forno freschi appena fatti :-p salsiccia di cinghiale,dal mio macellaio di fiducia toscano,un bel pezzo di grana e un pò di vino rosso italiano e vin santo,fatti dalla mia dolce metà nelle sue terre? Dovrò fare l'imbraco di una valigia per gli alimenti ahahah sennò con la Ryanair non mi fanno salire :-P

    RispondiElimina